ADDIO. ALICE.

Tracimava di dolore,umiliazione,smarrimento. Incapace di agire e reagire. Paralizzata. Il troppopieno emozionale le fece sgorgare grosse lacrime, che ruzzolarono l’una dopo l’altra, rincorrendosi lungo le guance e sul collo prima di andare a depositarsi nell’incavo della clavicola.
Piangeva sommessamente.
Pensava a tutte le cazzate che aveva commesso o che progettava di fare per non pensare, affrontare… Dimenticare. Flirt, “amori”, amicizie particolari: aveva persino fantasticato sul farsi uno scopamico. “Basta. Non aggiungerò errori ad errori.”
Prese il cellulare, compose un sms multiplo. “Ho bisogno di Me, Addio. Alice.”

ADDIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...