TI AVEVO AVVISATO…

“Amore,ti ho portato un caffè.Hai finito di scrivere o sei ancora alle prese col tuo racconto? (Sembra la fabbrica del Duomo!)”
“Sono in alto mare,gioia. Mi fai un massaggino intanto?Mi duole il collo”.
Ma certo,serata di coccole…mi va.
Inizio a massaggiargli le spalle,il collo,le mani scivolano verso il petto.
Incrocio le braccia intorno al suo petto,appoggio la guancia alla sua (e sbircio il desktop,ma non diteglielo,è un rompicoglioni con le bozze,manco fosse Gramellini)…bacini sull’orecchio,a pioggia-tanto per stare in tema con l’autunno-la lingua segue i contorni del padiglione auricolare (ho una passione per questi),il lobo. Mordicchio.
“Sai di buono.”
Mi siedo in braccio,tocca a me essere coccolata.Sono pur sempre la sua Dea,eccheccazzo!
Mentre mi accarezza la schiena,continuo a baciarlo…gli occhi,gli angoli del naso,la punta,scendo verso le labbra.Finalmente,la mia lingua incontra la sua. Mi fa venire i brividi quando mi bacia.
Amo,amo,amo i (suoi) baci!
Beh,amo i baci in generale,ma intanto mi gusto i suoi.
Lo spoglio,lentamente,e intanto bacio ogni centimetro del suo corpo,fino a trovarmi in ginocchio tra le sue cosce. Il suo cazzo svetta voglioso appena riesco a liberarlo dagli slip. Lo lecco,golosamente,la lingua gira intorno alla cappella,poi lungo l’asta.
Geme,ansima…
“Se non mi supplichi,continuo con i bacini e la lingua. Non te lo prendo in bocca!” Sorrido.
Lui tace…non gli piace questo giochino. Lo so. E più lo so e più piace a me.
Tace e geme.Geme e tace.
“Tro…ia. Ti basta,come supplica?”
Mi afferra per i capelli e mi forza ad accoglierlo in bocca.Fingo di opporre resistenza.Non aspettavo altro.
Ha un cazzo fatto per essere succhiato.Lo sento pulsare mentre pompo e lo accarezzo con la lingua,le mani ad aggrapparmi ai suoi fianchi.
Inarca il bacino e si muove dentro di me. Mi scopa in bocca e sento che inizia a girarmi la testa,impazzisco di desiderio…lui mi guarda in un modo che…mi fa godere.
Sussulta,e con un colpo di reni affonda,sento il suo orgasmo salire,le sue mani non allentano la presa intorno ai miei capelli.Spinge,mi spinge il cazzo in bocca e la testa sul cazzo…Spinge…
Scarica e,mentre viene,riesco a divincolarmi dalla sua stretta.Il suo sperma mi schizza sulle labbra,sul mento,sui seni. Scivola sul ventre e tra le mie cosce.
TI AVEVO AVVISATO. IO,NON INGOIO.

INGOIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...