(sci)AMI di farfalle 🦋.

Che poi, lo sappiamo che un uomo che ti ama farebbe il giro del mondo, si inerpicherebbe sulla montagna più alta, si calerebbe nella Fossa delle Marianne, si tufferebbe al centro del Triangolo delle Bermuda, sfiderebbe il Minotauro per addentrarsi nel suo labirinto pur di cercarti.

Si lancerebbe con un razzo puntato verso la luna. Pur di non perderti.

Allora, se lo sappiamo, perché crediamo che venti minuti di macchina possano essere un ostacolo insormontabile pur di ricongiungersi all’amata?

Perché pensiamo che ci vogliano una volontà di ferro e un immane coraggio per digitare un “non lasciarmi andare via”?

Ci raccontiamo di vivere in un romanzo romantico e tragico quando la realtà è che chi ti vuole, ti tiene.

Chi ti ama, non potrebbe pensare di passare un solo giorno senza di te.

Chi pensava a te ogni minuto non può smettere di farlo, che una volta insinuati nei reciproci pensieri ci si trova avvinti in un intreccio di sentimenti, emozioni e trasporti amorosi che ti fanno alzare il culo dalla sedia e vagare per il mondo alla ricerca del perduto amore! Altro che “non posso”, altro che “non ce la faccio!”

Io sono pigra ma verrei da te a piedi, in treno (che aborro), in autostop, pur di vederti.

Pur di abbracciarti.

Prenderei persino la macchina, 20 gocce di Emergency, affronterei la mia ansia da volante, sfiderei il mio avverso senso dell’orientamento, mi affiderei a San Google Maps, vagherei tra strade sconosciute, rotonde minacciose, sfiderei infidi semafori e automobilisti rincoglioniti.

Mi aggrapperei al volante in preda a una crisi d’ansia senza controllo, si, forse. Mi perderei mille volte, probabilmente.

Ma proverei a raggiungerti ovunque ti trovi pur di dirti “tu sei dentro di me: io sono qui. Che fai, vieni?”

Io ti vivrei, nonostante le paure, nonostante l’incombenza degli oscuri trascorsi del passato, nonostante il terrore del futuro.

Qui e ora, io ti vivrei, seguendo ogni palpito di fremente passione, ogni battito del mio cuore sgangherato, ogni scintilla di follia della mia mente lacerata… vivrei ogni attimo come se fosse l’ultimo, al ritmo sincopato del frullìo d’ali di questa miriade di farfalle svolazzanti nel mio stomaco in subbuglio.

Le nutrirei di nettare e d’ambrosia pur di farle vivere e proliferare all’infinito: voglio vivere in compagnia di uno sciame di farfalle innamorate fino alla fine dei tempi.

Innalzerei un tempio al mio amore per te, dio dell’amore ad interim, che di eterno c’è solo la morte.

4 pensieri su “(sci)AMI di farfalle 🦋.

  1. Carissima, le tue parole sono nitido specchio delle mie emozioni e vicende. Sei incredibilmente sintonizzata sulle mie più profonde sensazioni, a cui dai voce poeticamente.
    Ti sono immensamente grata e desidero leggere anche i post più vecchi. Ti ho scoperta da un solo mese, ma nn ti lascerò. Buona vita!! ️️tua Elle

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...